2 dicembre: Wishlist

Erano questi i giorni in cui da piccola iniziavo a scrivere la letterina per Babbo Natale, una lista dei desideri  che per me non era fatta solo di giochi. Ricordo sempre con un sorriso le serate passate in famiglia mentre scrivevamo e coloravamo insieme quelle pagine che sono certa sono ancora conservate in qualche cassetto.

Negli ultimi anni purtroppo mi guardo intorno e mi capita di vedere sempre più spesso fogli con ritagli di volantini raffiguranti il giocattolo prescelto e devo dire che mi mette molta molta tristezza questo collage così freddo.

Il desiderare ha già in sè qualcosa di magico, “esprimere un desiderio”non è forse una formula che ci riporta alle favole e alla magia!?! 
Quando il desiderio però si lega solo a un oggetto credo che tutto quell’incanto svanisca di colpo.

Forse nemmeno noi “grandi” sappiamo desiderare in modo “sano” qualcosa, magari quando ci saremo riusciti non desidereremo più nulla perchè dopo tutto quello che conta di più e di cui abbiamo bisogno molte volte è già parte di noi e della nostra vita, basta imparare a vederlo.

Vi lascio con questa canzone che mi frulla nella testa mentre vi scrivo.

I wish I was a neutron bomb, for once I could go off
I wish I was a sacrifice but somehow still lived on
I wish I was a sentimental ornament you hung on
The Christmas tree, I wish I was the star that went on top
I wish I was the evidence, I wish I was the grounds
For 50 million hands upraised and open toward the sky

I wish I was a sailor with someone who waited for me
I wish I was as fortunate, as fortunate as me
I wish I was a messenger and all the news was good
I wish I was the full moon shining off a Camaro’s hood

I wish I was an alien at home behind the sun
I wish I was the souvenir you kept your house key on
I wish I was the pedal brake that you depended on
I wish I was the verb ‘to trust’ and never let you down

I wish I was a radio song, the one that you turned up
I wish…I wish…I wish…I wish…
I guess it never stops

 

Vorrei essere una bomba a neutroni, per una volta potrei non funzionare
Vorrei essere un sacrificio ma in qualche modo esserne sopravvissuto
Vorrei essere un ornamento sentimentale che tieni stretto a te.
Dell’albero di natale, vorrei essere la stella che finisce sulla cima.
Vorrei essere la testimonianza, vorrei essere l’esempio per 50 milioni di mani
alzate e protese verso il cielo.
Vorrei esser un marinaio con una persona che mi aspetti
Vorrei esser un marinaio con una persona che mi aspetti
Vorrei essere fortunato, fortunato come me
Vorrei essere un messaggero con solo notizie buone
Vorrei essere la luna piena che brilla sul tettuccio di una Camaro
Vorrei essere un alieno di casa dietro il sole
Vorrei essere il souvenir che tieni sulle tue chiavi di casa
Vorrei essere il pedale del freno da cui la tua vita è dipesa
Vorrei essere la parola fiducia e non deluderti mai
Vorrei essere una canzone alla radio, quella per cui hai alzato il volume
Vorrei…vorrei…non finirei mai…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...